Posts contrassegnato dai tag ‘bombe’

Traduzione a cura di Denis Gobbi

La Gran Bretagna appoggia un piano proposto dagli Stati Uniti per sovvertire il divieto globale di usare bombe a grappolo, in quello che parlamentari ed attivisti temono possa essere un tentativo di legittimare l’uso di armi che sono considerate con largo consenso come intrinsecamente indiscriminate. Negli ultimi anni, il Regno Unito ha avuto un ruolo di guida negli sforzi per mettere al bando le bombe a grappolo. Si tratta di uno dei 111 paesi firmatari della Convenzione sulle Munizioni a Grappolo; ha in agenda la distruzione delle proprie scorte e ha ordinato alle forze armate statunitensi di rimuovere qualsiasi sottomunizione detenga su suolo britannico.

I maggiori produttori mondiali di bombe a grappolo – tra cui USA, Israele, Russia, Cina, Corea del Sud, India e Pakistan – si sono rifiutati di sottoscrivere la Convenzione sulle Munizioni a Grappolo.

Gli attivisti anti-armi affermano che la proposta preliminare renderebbe effettivamente legale la maggior parte delle bombe a grappolo e segnerebbe la fine del divieto duramente conquistato neppure due anni fa. Austria, Norvegia e Messico sono a capo degli oppositori alla proposta di iniziativa americana.

Fonte: independent.co.uk

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.