Gi impiegati nel solare negli U.S.A. superano gli impiegati nel settore del carbone

Pubblicato: 25 aprile 2013 da Denis Gobbi in Energia, News & Articoli
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Traduzione a cura di Denis Gobbi

Un’industria in rapida ascesa

La “Solar Foundation“, la quale negli ultimi anni si è impegnata nel rilasciare regolarmente rapporti sullo stato dell’industria fotovoltaica negli Stati Uniti, ha recentemente rilasciato una mappa interattiva ben realizzata che illustra con chiarezza le statistiche di ogni stato della federazione. Questo ci permette di constatare come esistano solamente 80 posti di lavoro in questo settore in Alaska (non molto sorprendente) ma ben 43’000 in California. Mettendo insieme tutti i 50 stati, scopriamo che questo settore impiega 119’000 persone, con una crescita del 13,2% avvenuta durante il 2012.

Un altra interessante comparazione utile per farsi un’idea del peso di questo settore nell’economia americana è quella tra i posti di lavoro qui impiegati rispetto agli altri settori. In questo modo, la Solar Foundation ha scoperto che i lavoratori nel solare hanno superato come quantità quella degli allevatori nello stato del Texas o quelli impiegati nell’industria del cinema in California e che, sommando i lavoratori in tutti e 50 gli stati, essi superano come numero i minatori impiegati nelle miniere di carbone di tutti gli Stati Uniti.

I 3 stati che guidano la classifica sono La California, l’Arizona e il New Jersey.

La mappa interattiva permette di approfondire i dati relativi ai singoli stati cliccando su “more”. Una delle statistiche più interessanti riguarda la quantità di aziende operanti nel settore: in California più di 1’700! Forniscono inoltre tutti gli obbiettivi che lo stato si è posto di raggiungere in materia di energie rinnovabili, fondi destinati al settore etc. (se disponibili).

Un’altra interessante statistica sull’Arizona:

L’Arizona ha fatto un’incredibile balzo per quanto riguardano gli impiegati nel settore dell’energia solare (dai 4’786 del 2011 ai 9’800 di quest’anno), perlopiù grazie al completamento di diversi progetti di impianti solari di grandi dimensioni. Sebbene la California abbia installato una maggior quantità di pannelli solari durante l’ultimo anno rispetto all’Arizona, questi ultimi sono costituiti per la maggior parte da impianti di grandi dimensioni spesso legati al settore edilizio residenziale e industriale. Se diminuissero gli investimenti nell’edilizia e il settore entrasse in depressione, i lavoratori impiegati nel fotovoltaico in questo stato potrebbero faticare a ritrovare un impiego.

first-solar-factory-photo-01

La maggioranza dei posti di lavoro in questo settore sono impiegati nella fase di installazione. Certo non si guadagna come ad essere un manager di un fondo d’investimento, ma la paga aggirandosi attorno ai 38k$/anno (attorno ai 18$ l’ora) rimane comunque sopra il salario medio nazionale di 34’750$ all’anno e, via via che l’industria cresce (e siamo solo agli inizi) esiste la reale possibilità che la scarsità di lavoratori qualificati possa portare ad un incremento dei salari come storicamente accaduto in molte altre industrie in rapida crescita.

Fonti:  treehugger.com

Licenza Creative Commons

Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...