Ruota girevole di coltura idroponica

Pubblicato: 1 giugno 2012 da ive in Energia, News & Articoli
Tag:, , , , , ,


Traduzione a cura di Daniel Iversen

“The Green Wheel” (Ruota Verde) è un concept di giardinaggio per interni, dove piante fatte crescere in idroponica ruotano attorno a una fonte di luce posta al centro.

Già nei lontani anni ’80, la NASA aveva immaginato un sistema per la crescita di erbe ed altre piante commestibili nell’ambiente a gravità a zero di un veicolo spaziale.
Anche se il progetto non era mai uscito dal tavolo di disegno, il sistema comunque consisteva in un anello rotante con le piante che crescevano al suo interno.
Facendo un salto di qualche decennio, una ditta italiana di design, “DesignLibero”, ha preso questo concept e lo ha ri-immaginato al servizio del consumatore: “The Green Wheel” (La Ruota Verde)

Il sistema avrebbe un involucro esterno fisso, con annidato all’interno un anello motorizzato, con una rotazione di circa un giro per ora. Sulla superficie interna di questo anello è possibile piantare una grande varietà di erbe e altri vegetali che crescono poi su della fibra di cocco inserita in dei vasetti perforati: in altre parole dei piccoli vasi costruiti sull’anello.

Parametri come la temperatura e la luce potrebbero essere controllati via wireless per mezzo di una app per smart-phone o tablet, che sarà anche in grado di avvertire l’utente quando il sistema sta per finire l’acqua.

Quindi, qual’è il punto ?

Prima di tutto, permetterebbe a tutti quelli che vivono in appartamento di coltivare un gran numero di piante in un piccolo spazio: la stessa superficie, messa in orrizzontale, occuperebbe più di un prezioso scaffale. In più le piante, roteando tutte intorno a una fonte di luce, hanno bisogno di molta meno illuminazione, e tutte riceverebbero la stessa esposizione.
Meno illuminazione vuol dire meno consumo energetico, visto che il motore userà un pò di elettricità

Mentre concetti come “Non sarebbe figo?” sono abbondanti, il capo progettista di DesignLibero, Rutilo Libero, ci ha detto che la sua azienda vuole definitivamente sviluppare “The Green Wheel” in modo commerciale. Ci ha riferito che il suo staff è già pronto per costruire un prototipo ma vogliono prima cercare una rete di distribuzione e un sostenitore finanziario.
Quindi, se siete a capo di una grande azienda e siete interessati a finanziare una coltivazione “Indoor” rivoluzionaria…

Fonte: GizMag

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Annunci
commenti
  1. Luca Roggi ha detto:

    E’ ovviamente una trappola da stilisti: per coltivare indoor le piante sufficienti per una famiglia occorre cmq piu’ spazio. e poi come la mettiamo con le piante da frutto? la green wheel funziona solo in assenza di gravita’, infatti per quello era stata pensata per lo spazio. E poi senza un tipo di luce adeguata le piante in casa NON FIORISCONO! Se volete il vero orto domestico, io lo sto sperimentando in casa mia. http://lucaroggi.wordpress.com

    • desversen ha detto:

      Certo non si riuscirà a coltivare tutto, ma il solo fatto di poter autoprodurre qualcosina è di per se una piccola rivoluzione, come diceva qualcuno

    • Aramis ha detto:

      non funziona solo a gravità zero, per questo hanno messo un motore…. una non basta, ma si possono utilizzare anche più di una e le piante da frutto si possono tenere nei giardini e cortili di case e condomini o in orti urbani

  2. Gisep ha detto:

    sentite questa idea rivoluzionaria.. piantiamo tutto in campagna!
    EH?
    Spero di non aver esagerato, andando contro i principi dell’urbanesimo, eh.

  3. Denis Gobbi ha detto:

    E’ meglio nelle città, anche perchè l’agricoltura verticale permette di risparmiare terreno e spazio da dedicare ad altri usi o meglio lasciare alla natura 🙂 oltretutto, sistemi idroponici o aeroponici sono molto più efficienti e danno rese maggiori se fatti correttamente dell’agricoltura tradizionale a terra.

  4. Libero ha detto:

    @ Luca
    Premesso che uno stilista sarai tu,
    Io quando ho disegnato la wheel non intendevo
    autoalimentare un intera famiglia ma solo rispondere a un bisogno di chi abbita in una casa piccola e che non possiede lo spazio per
    per un giardino piu grande, forse lo vedi come
    un lusso ma e un bel lusso.
    Inoltre riceviamo richieste da ristoranti e chef di
    tutto il mondo che vorrebbero il prodotto per coltivare erbe aromatiche , fiori commestibili etc etc .
    Lo scopo non era certo di poter coltivare dei
    bronzai di albicocche anche perché fioriscono
    una volta l anno e non mi sembra il caso di aspettare 360 giorni per avere un raccolto

    Ultima cosa , le piante a testa sotto , sviluppano una struttura piu robusta e densa che aiuta la produttività , si si

  5. cecco ha detto:

    Ottimo per il prezzemolo e l’erba cipollina, poi puoi giocarci a fresbee. Progetti INUTILI che non apportano neanche nessuna novità, chiunque oggi può pensare e realizzare una stranata idroponica, resta il fatto come diceva l’utente del primo commento, serve spazio, tanto spazio, aria, tanta aria e tante altre cose

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...