Il più grande progetto per l’acquaponica svelato dagli Emirati Arabi

Pubblicato: 6 gennaio 2012 da ive in News & Articoli, Ricerca
Tag:, , , , , , , , , ,

Traduzione a cura di Kevin Opare

Gli Emirati Arabi importano circa l’85% del cibo. Questa dipendenza fa si che le oscillazioni del mercato e i problemi di fornitura abbia su di loro un peso maggior. Binyas Center sarà in grado di produrre ben 200 tonnellate di pesce e 300 mila cespi di lattuga ogni anno, contribuendo a ridurre il ricorso all’importazione ed avere maggior sicurezza alimentare per la nazione.

I pesci del genere Tilapia (Ciclidi), essendo allevatoi all’interno del sistema, saranno quindi i migliori amici del sistema idroponico e infatti,s econdo le notizie, 50 mila giovani esemplari di questi pesci sono stato importati dall’ Olanda per il progetto. Attualmente il centro è concentrato sulla produzione di lattuga anche se in futuro il sistema ospiterà altri prodotti come pomodori, cetrioli, anche okra, una pianta affine agli ibischi di cui si consuma i frutti.

La capacità del centro è impressionante: ci sono due serre principali da 4000 metri quadrati. Il sistema ultilizza una serie di vasche, filtri e attrezzature per l’irrigazione e in modo da assicurarsi che i rifiuti dei pesci alimentino le piante, le quali a loro volta, con le loro proprietà purificanti, possano pulire l’acqua per poter farla poi circolare di nuovo nelle vasche dei pesci.

Naturalmente un fattore chiave per gli Emirati Arabi Uniti è l’efficienza idrica. Fortunatamente il Baniyas Centre è altamente efficiente e utilizza solo una frazione dell’acqua che sarebbe necessaria per l’agricoltura tradizionale. Ci saranno due serbatoi principali con una capienza di circa 400mila litri, ma a causa del modo in cui il sistema ricicla l’acqua, si prevede che essa rimarrà inutilizzabile per un anno o più, all’interno dei serbatoi.

Il sistema nel suo complesso è gestito da una sola pompa dell’acqua, la sua efficienza energetica ed idrica è trascurabile rispetto ai metodi più tradizionali, è molto più conveniente. Alla fine sarà in grado di produrre in totale 450mila chili di cibo ogni anno, da febbraio sperano di spedire la lattuga in tutta Emirati Arabi e da Maggio si prevede che il primo pesce verrà inviato agli ipermercati a livello nazionale.

Fonte: hydroponicsguide.co.uk

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Annunci
commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...