Conferenza: Cos’è il denaro? e Manifestazione 15 Ottobre

Pubblicato: 16 ottobre 2011 da Denis Gobbi in Eventi, News & Articoli

by Denis Gobbi 

Premessa: Non tutto è andato per il meglio, ovvero, ho saltato una tappa (la manifestazione del 15 Ottobre), ma almeno quello a cui ho partecipato è stato estremamente positivo!.

Conferenza: cos’è il denaro

Viaggio tranquillo in treno, nulla di particolare da segnalare, il nuovo Cirolo Ricreativo Culturale Solidale di Verona (CRCS) mi è sembrato davvero un buon posto per organizzare una conferenza, seppur abbia appena aperto. C’era solo il compressore del bar che faceva casino di tanto in tanto, aggravata la situazione poi dall’assenza di un microfono, ma per fortuna il pubblico è rimasto (mediamente) silenzioso e la stanza non immensa ha permesso a tutti di sentire e capire ogni singola parola del relatore Enrico Caldari. Merito anche suo e del magnifico modo di presentare che possiede, le oltre 2 ore di conferenza sono volate dall’inizio alla fine non risultando mai noiosa.

Ma chi è Enrico Caldari? Enrico è direttore commerciale e marketing di eXtrapola, una società dedita ad offrire servizi per il monitoraggio delle risorse online. Ha iniziato il suo percorso professionale maturando una significativa esperienza nel giornalismo online e nella ricerca socio-politica all’Istituto Carlo Cattaneo di Bologna. E’ stato Assessore allo sviluppo economico e promozione turistica del Comune di Gradara. Enrico si è laureato con lode in scienze statistiche presso l’Università di Bologna e ha un dottorato di ricerca in sociologia presso l’Università di Trento. Parla francese e inglese. Nel suo tempo libero, si dedica anche allo studio dell’economia e del sistema monetario, dalle sue origini fino al giorno d’oggi.

Di seguito il  video della conferenza quasi integrale,  una parte di massimo 20 minuti oltre a questo è rimasta corrotta (non ho ancora capito il motivo) perciò manca un pezzettino passata la prima mezz’ora, portate pazienza… appena ne avrò la possibilità, vedrò di dotarmi di un’attrezzatura più decente 😦

Dall’attenta ed accurata analisi di Caldari che parte fin dalle origini dell’attuale sistema monetario arrivando ai giorni nostri, traspare un sistema corrotto e perverso, che poggia le sue basi sullo sfruttamento e manipolazione della crescita economica tramite l’emissione di più o meno moneta da parte delle banche centrali Fed & BCE che si sono progressivamente sostituite alle vecchie banche centrali nazionali di proprietà pubblica per cadere in mano a privati. Non si sono fermate davanti a nulla, eliminando i politici che invano tentarono – a volte riusciendoci pure seppur solo temporaneamente – a far ritornare la sovranità monetaria in mano allo stato. Ma oltre a tutto questo, spiegato da Enrico in modo molto semplice e comprensibile da tutti arricchendo con esempi illuminanti, grafici ben rappresentati e fonti per ogni dato ed affermazione, egli offre anche una possibile soluzione.

L’inflazione, si genera principalmente non quando l’offerta di denaro è superiore al necessario (questo è quello che ci vogliono far credere le istituzioni bancarie e che ci ripetono continuamente), ma quando l’offerta non incentiva più allo sfruttamento delle risorse (perchè, spiega Caldari durante la conferenza, il denaro funge anche da INCENTIVO per la creazione di ricchezza, che sono i beni reali, le risorse del pianeta reali… e non il denaro stesso, che nel nostro sistema è diventato da strumento di misurazione del valore a risorsa considerata erroneamente “intrinseca”, causando tutti questi perversi effetti negativi nella società) a causa di una loro scarsità.

La soluzione? : far ritornare la sovranità monetaria in seno agli stati nazionalizzando le banche mediante un profondo pacchetto di riforme economiche, detestare il debito economico che pesa sull’Italia sul modello di quanto hanno già fatto Ecuador e Islanda (almeno in parte), adottare nuovi indici di sviluppo adatti invece che insistere nell’usare l’obsoleto ed assurdo PIL, e legare l’emissione di moneta alle reali risorse disponibili nell’ambiente e sfruttabili dalla società senza far andare il saldo tra risorse estratte e rigenerate dal pianeta in negativo.

Solo con una transizione simile, si potrà passare ad una economia basata sulle risorse in modo graduale e non traumatico, arrivando a soddisfare i bisogni di tutti, raggiungendo un equilibrio naturale sul pianeta (vedi Steady State Economy, per ulteriori dettagli), migliorando il tasso di crescita delle risorse naturali, la crescita culturale delle persone ed infine il denaro stesso.

L’evento fà parte di una serie di conferenze che Caldari stà effettuando in tutta italia, organizzate e sponsorizzate da Zeitgeist Movement Italia in modo totalmente gratuito, per ulteriori informazioni seguite il suo “blog” ovvero la sua pagina di facebook: KaldariReport.

Chiusa la parentesi riguardo la conferenza, non sono riuscito ad andare a Roma per vari motivi, tra il fatto che sono andato a dormire alle 2 di notte passate (ho cenato con Caldari ed amici del Movimento Zeitgeist Italia dopo la conferenza) e che per andare a fare ipoteticamente l’autostop dovevo alzarmi presto (verso le 5 di mattina contando il tempo necessario a fare colazione, prepararmi e farmi accompagnare ad un casello), TROPPO presto. Ma perchè l’autostop vi starete domandando, ebbene, i pullman erano già tutti pieni e non ho trovato nessuno che mi desse un passaggio come speravo. Pazienza, sarà per la prossima! Inizialmente ho valutato di andare a Milano via treno, ma mi è sembrata una cosa organizzata al volo e non autorizzata come manifestazione dalla loro pagina evento su facebook, perciò ho deciso che non ne valeva la pena. Allo stesso modo il biglietto per Roma sola andata costava più di 70 euro, TROPPO a mio parere.

Manifestazione 15 Ottobre


Una considerazione su questa giornata a Roma
però la faccio, da quanto ho seguito da stream internet, TV (limitatamente, dato che estremamente zeppa di presentatori, opinionisti ed invitati ignoranti o manipolati), e dai miei contatti… Quoto dal mio stream di Google +:

“Solo un membro di sel ha perso 3 dita per colpa di un petardo lanciato da un black bloc per fortuna. Onore anche ai ragazzi di sel e agli altri manifestanti pacifici che hanno tentato di fermare i violenti! Comunque da quello che ho sentito, si parla di 400.000 manifestanti (numeri da CAPOGIRO secondo me che stanno apposta nascondendo in tv tramite questo show dei black block) contro “soli” 500 violenti. Cosa ci voleva ad arrestarli se pure i manifestanti pacifici gli erano contro? non si sarebbe scatenato nulla, ma si sarebbe ripristinato l’ordine. Ai black bloc gli è stato lasciato fare tutto quello che volevano, spaccare, incendiare, lanciare, bruciare roma. O abbiamo delle forze dell’ordine che sono da rinominare in forse del DISordine, o abbiamo veramente delle forze dell’ordine inutili ed incompetenti.”

Le forze dell’ordine hanno il dovere di garantire ai manifestanti il diritto di manifestare in modo pacifico, isolando i violenti ed arrestandoli. Era davvero così difficile da fare? Invece ci sono stati soli 12 arresti, su più di 500 violenti. Molti ora in rete e non solo cominciano a  chiamare “irresponsabili” gli indignados italiani che invece sono gli unici che si sono prodigati nel tentare di fermarli. In realtà, io chiamarei irresponsabili le forze dell’ordine che tanto inutili si sono dimostrate quest’oggi a difendere una città bella come Roma ed il popolo che manifestava in essa la sua indignazione, di fronte a questo sistema economico e a questa classe politica vergognosa ed inadatta a gestire una società così evoluta e complessa com’è quella di oggi.

Da tutte queste coincidenze, non è difficile fare 1+1, e viene seriamente il dubbio che in tutto ciò ci sia lo zampino dell’attuale governo, queste immagini, da sole, dicono più di mille parole:

Da un’intervista del 2008 a Cossiga, tratta dalla rassegna stampa del sito del Governo Italiano.

Da un’intervista del 2008 a Cossiga, tratta dalla rassegna stampa del sito del Governo Italiano.

 il titolo de “Il Giornale” questa mattina…

il titolo de “Il Giornale” questa mattina…

Lascio a voi le conclusioni. La batosta d’immagine comunque, alla sinistra, sta bene… visto che non perdono occasione per manipolare questo genere di manifestazioni. Ho sentito diversi esponenti in particolare di Rifondazione su rainews, dichiarare che questa è una manifestazione “di sinistra”… assurdità dato che è prettamente APOLITICA. Invito i partiti a stare alla larga, la prossima volta. Che gli serva di lezione.

Un consiglio, in ultima istanza, per le prossime manifestazioni e chi le organizza: SERVIZIO D’ORDINE è una parola chiave da tenere bene a mente, con una migliore organizzazione sicuramente si sarebbero limitati i danni, visto che oramai della polizia non ci si può più fidare.

Fonti: reset-italia

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...